Cerca...
Cinema

Time Warp: Classe 1984

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

1984, futuro prossimo, una scuola superiore è tenuta in scacco da una gang fuori controllo guidata dal diciassettenne Peter Stegman (Timothy Van Patten).
Solo Andrew Norris (Perry King), il nuovo insegnante di musica, sembrerebbe l’unico a volere cambiare le cose.

Classe 1984 è un piccolo cult from the 80’s che ci porta in un possibile futuro molto recente (il film è uscito nel 1982, senza pochi problemi vista la sua natura violenta).
Da un soggetto di Tom Holland (in seguito regista e sceneggiatore di Ammazzavampiri e La bambola assassina), la pellicola vede dietro la macchina da presa Mark L. Lester, che lascerà la sua impronta sulla decade reaganiana con Fenomeni paranormali incontrollabili (adattamento de L’incendiaria di Stephen King, con protagonista una giovanissima Drew Barrymore) e Commando (manifesto del cinema muscolare di Schwarzenegger).

Incubo che sembrerebbe partorito dalla mente di un docente sull’orlo di una crisi di nervi, Classe 1984 declina l’anarchica criminalità giovanile di Arancia meccanica all’ambiente scolastico delle high school americane.
I piccoli delinquenti protagonisti del film nascono da tutte le principali paure della classe media “timorata di dio” dell’epoca: l’imperversare della droga (principalmente cocaina ed eroina) e la “sporca e cattiva” musica punk rock, venuta per corrompere le menti dei bravi giovani americani (probabilmente un malefico piano partorito dai comunisti).
Proprio “la musica ribelle dei giovani” fa da colonna sonora al film, con I Am the Future di Alice Cooper e Ain’t Got No Sense dei Teenage Head (la band appare anche nel film mentre esegue il pezzo in una sorta di centro sociale, base operativa della gang, scatenando un pogo indiavolato).
Il film riprende meccaniche mutuate dai classici polizieschi dalla morale reazionaria (la società impazzita, che ha smarrito la bussola morale, con la giustizia impotente, se non a volte addirittura a vantaggio dei criminali) portando all’esasperazione il bravo insegnante, trasformandolo – in un epilogo da rape and revenge – in una sorta di “giustiziere della notte”.
Il finale arriva ad uno scontato massacro catartico, con picchi di violenza che non lasceranno indifferenti i fan della brutalità filmica.

1984
La banda al completo.

Classe 1984 è una pellicola divertente, consigliata agli amanti di certo cinema di genere violento degli anni ’70 e ’80, naturalmente prendendo le tematiche trattate con la giusta leggerezza.
Nel film è presente anche un giovane Michael J. Fox, all’epoca 21enne con l’aspetto da 14enne.

Scrivi un commento

it_ITItalian
it_ITItalian