Cerca...
Musica

Ascolti della settimana – Editors, Blanck Mass Sessions

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

È uscito da poco e si sta facendo ascoltare parecchio in giro. The Blanck Mass Sessions è la nuova versione rivisitata in chiave alternativa di Violence, l’album pubblicato un anno fa dalla band di Tom Smith.

Nella riproposizione troviamo le produzioni originali realizzate dal produttore Blanck Mass, appunto, e il nuovo singolo Barricades, accompagnato da un video finora inedito.

Nel 2017 gli Editors chiamarono il produttore a lavorare sui brani che avevano registrato in precedenza. Fu lui inizialmente a scomporre e ricomporre i vari pezzi e poi darne una forma più elaborata. La band però scelse successivamente di affidarsi a Leo Abrahams per ottenere un risultato che li convinceva di più e da lì è nato Violence, una sintesi di due processi creativi destinato al grande pubblico.

Quando abbiamo chiesto a Ben di lavorare su “Violence” gli abbiamo lasciato la massima libertà. Ci sembrava stupido imporgli dei limiti o indirizzarlo verso qualcosa, visto che è in grado di donare un sound decisamente particolare a tutto quello che tocca… quindi lo abbiamo lasciato fare. E questo è il risultato, una versione molto viscerale del nostro album Violence”, ha dichiarato il front man Tom Smith.

La brutalità della realizzazione ufficiale del disco viene così resa in termini più elettrici, forse meno diretti ma di efficace impatto sonoro. Pezzi come Magazine e Cold sono ammiccanti mentre Hallelujah e Nothingness sembrano essere meno dirompenti. Molto bello l’ingresso della nuova Barricades che dà il via ad un gioco di suoni a cui la band inglese ci ha abituato ma mai del tutto.

Molto interessante è stata la resa della conclusiva Counting Spooks che acquista in gradazione e si pone come una delle più belle del disco dalla predominante componente elettronica. Che dire? Questo disco completa il precedente e non è solamente una versione alternativa dedicata ai fans. L’interrogativo però è d’obbligo. Questo è un modo velato per indicare quale sarà il futuro degli Editors oppure è destinato a rimanere un riuscito unicum della loro discografia? Non precorriamo i termini, lasciamo che queste otto tracce entrino dentro di noi, poi si penserà al futuro, elettronico o meno che sia.

Scrivi un commento

it_ITItalian
it_ITItalian