Sicilia, 1961. Bellodi (Franco Nero) è un capitano dei carabinieri originario del nord che si ritrova ad indagare sull’omicidio di Salvatore Colasberna. Si scontrerà con la realtà sicula fatta di omertà e convivenza tra mafia e potere politico.

Tratto dall’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia, Il giorno della civetta è uno dei capostipiti del cinema di denuncia (tipologia di pellicole che ha avuto il suo massimo esponente in Francesco Rosi).
Il classico film di mafia è una delle recenti aggiunte al catalogo di Prime Video, piattaforma streaming che – insieme a RaiPlay – sta regalando non poche gioie agli appassionati del cinema nostrano.
L’adattamento è diretto da Damiano Damiani (Il rossetto, Quién Sabe?), regista che ha toccato di nuovo – e con grande successo popolare – il tema della mafia nella famosa fiction Rai La piovra.

Il giorno della civetta
Franco Nero, Giovanni Pallavicino e Claudia Cardinale in una scena del film.

Il giorno della civetta riesce ben a restituire l’atmosfera della provincia siciliana e della realtà criminale del suo tessuto sociale; merito di una sceneggiatura – del regista insieme ad Ugo Pirro (Achtung! Banditi!, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Il giardino dei Finzi Contini) – ottima nel tratteggiare personaggi e ambienti, con punte polemiche che colpiscono ancora oggi.
La regia classica di Damiani è tutta al servizio della sceneggiatura, sostenuta da ottimi interpreti come Franco Nero e Claudia Cardinale (premiati entrambi all’epoca con il David di Donatello).
L’attore americano Lee J. Cobb (magistralmente doppiato da Corrado Gaipa) è semplicemente perfetto nel ruolo del boss mafioso Don Mariano Arena.
Eccellente tutto il cast di comprimari, figure che ben rendono e descrivono i personaggi che ruotano attorno all’universo malavitoso (Tano Cimarosa, Nehemiah Persoff, Serge Reggiani).
Sicuramente la pellicola pecca di qualche didascalismo, però offre una visione generale precisa ed efficace, una commistione tra genere ed impegno che ancora oggi sa intrattenere e comunicare il suo messaggio.

Il giorno della civetta è un film da recuperare per tutti gli appassionati del cinema di mafia, un piccolo classico del nostro cinema degli anni ’60.

Scrivi un commento

it_ITItalian
it_ITItalian