Dopo l’annuncio della prossima incarnazione cinematografica dell’eroe DC Comics Batman – il film diretto da Matt Reeves (Cloverfield, Blood Story, The War – Il pianeta delle scimmie) vedrà le sale il 25 giugno 2021 – mi è nata la curiosità di andare a ripercorrere quelle che sono – secondo il sottoscritto – le pellicole più interessanti dedicate al leggendario uomo pipistrello creato da Bob Kane e Bill Finger.
Questo piccolo viaggio alla ricerca delle versioni più iconiche per il grande schermo del cavaliere oscuro prenderà in esame sia film live action che di animazione.

Batman (1966)

Batman
Un concentrato Batman (Adam West) rende partecipe Robin (Burt Ward) dei suoi ragionamenti.

I nemici di Batman (Adam West) si coalizzano e rapiscono il commodoro Schmidlapp (Reginald Denny) per usare la sua invenzione per il loro machiavellico piano.
Solo il crociato incappucciato insieme al fido Robin (Burt Ward) potrà fermare il malefico gruppetto.

Film che riprende lo stile e i personaggi della popolare serie tv degli anni ’60, un delirio ironico tra pop art e kitsch.
Una versione completamente diversa di Batman da come siamo stati abituati a vederlo in tempi più recenti, colorata e dall’umorismo sopra le righe (la scena del Bat-spray repellente per pescecani, le fantasiose esclamazioni del buffo Robin).
Una pellicola perfetta per farsi due risate in compagnia, tra assurdi indovinelli dell’Enigmista e scazzottate con onomatopee sovrimpresse.

Batman – Il ritorno (1992)

Batman
Il Pinguino (Danny DeVito) e Catwoman (Michelle Pfeiffer) sono i due personaggi su cui più si focalizza Burton.

Il periodo natalizio a Gotham City viene turbato dalla banda del Circo del Triangolo Rosso, guidata dal Pinguino (Danny DeVito), uomo deforme che abita nelle fogne.
Toccherà a Batman (Michael Keaton) sventare i suoi piani, mentre se la dovrà vedere anche con la mina vagante Catwoman (Michelle Pfeiffer).

Il secondo episodio diretto dall’eccentrico Tim Burton (Edward mani di forbice, La sposa cadavere, Big Eyes), sequel del precedente Batman (1989), è ancora più espressione dell’estetica e delle tematiche del suo autore.
Burton confeziona una fiaba dark dominata dai suoi cari freak, verso cui mostra una certa comprensione, se non vero e proprio affetto (il regista, infatti, sembrerebbe molto più interessato ai due villain che a Batman in sé).
Gotham City non è mai stata così gotica e affascinante, atmosfera perfettamente sottolineata anche dalla splendida colonna sonora di Danny Elfman.

Batman: La maschera del Fantasma (1993)

Batman
Il Fantasma minaccia una delle sue vittime.

Il misterioso Fantasma uccide alcuni noti malfattori di Gotham, la polizia pensa che il colpevole sia Batman (doppiato in originale da Kevin Conroy).
Il cavaliere oscuro inizierà subito ad indagare per scoprire chi si nasconda dietro la spettrale maschera.

Film d’animazione uscito in sala negli USA, lungometraggio tratto dalla fortunata Batman: The Animated Series.
La maschera del Fantasma riprende l’elegante stile noir dal sapore ucronico (gli “anni ’30” incontrano tecnologie fantascientifiche) della serie animata degli anni ’90, regalandoci la pellicola dove più risalta il lato da detective di Batman.
Apparizione anche per il Joker doppiato da Mark Hamill (il Luke Skywalker di Guerre Stellari), considerato da molti fan il migliore interprete dell’iconica nemesi.

Il cavaliere oscuro (2008)

Batman
Batman (Christian Bale) e Joker (Heath Ledger) faccia a faccia nell’iconica scena dell’interrogatorio.

Il terrorista anarchico Joker (Heath Ledger) sfida il vigilante mascherato Batman (Christian Bale) scatenando il caos a Gotham.

Secondo capitolo della trilogia di Christopher Nolan (Memento, Interstellar, Dunkirk) sull’oscuro vigilante.
Il mondo dove agisce il supereroe è più verosimile, vicino al nostro; anche il suo colorato villain, il Joker, viene declinato alla paura del terrorismo che imperversava in America negli anni 2000.
Una visione unica e personale del personaggio della DC Comics, impreziosita dalla leggendaria performace di Heath Ledger, scomparso prima dell’uscita del film e premiato con un Oscar postumo.

Scrivi un commento

it_ITItalian
it_ITItalian